Articoli

 

Andrea Candeli (chitarrista)
Modenese, comincia a suonare la chitarra a sette anni, si diploma in chitarra classica presso l’Istituto Musicale Pareggiato “O. Vecchi” di Modena nel 1993 sotto la guida dei Maestri Vincenzo Saldarelli e Florindo Baldissera. Continua poi lo studio della chitarra classica perfezionandosi a Parigi con il noto M° Alberto Ponce e partecipa a numerosi corsi di perfezionamento. E’ stato premiato come solista in numerosi concorsi Nazionali ed Internazionali, tra i quali il Concorso “Riviera dei Fiori” ad Alassio (primo assoluto), il Concorso “Pasquale Taraffo” a Genova (primo assoluto), il Concorso “Giovani Musicisti Gargano 92”, il Concorso internazionale di Musica da Camera “Ottocento Festival” a Forlì. Ha eseguito in prima assoluta un’opera d’autore contemporaneo in occasione dei seminari nazionali “Computer Art” svolti a Caprese Michelangelo. E’ l’ideatore di un nuovo metodo d’insegnamento della chitarra. Ha fondato la scuola di musica “Accademia Musicale del Frignano” di Pavullo con la quale promuove i gruppi emergenti. Nel 1995 gli è stato assegnato il prestigioso “Premio Ghirlandina” città di Modena per essersi distinto nel campo artistico musicale. Nel 2002 è esibito a Città del Vaticano in diretta Rai International presso l’Aula Paolo VI (Sala Nervi) in presenza di Giovanni Paolo II. Nel 2003 ottiene il diploma di qualifica superiore (livello Europeo 4) come AGENTE DI SVILUPPO CULTURALE. Vanta numerose collaborazioni Vladimir Mikulka, Barbara Vignudelli, Karl Potter, Alessio Menconi, Massimo Foschi, Flavio Bucci. E’ Direttore Artistico di numerose rassegne concertistiche (Giovedì al Giardino Ducale, Echi Musicali, Lungo le Antiche Sponde etc) e di due festivals chitarristici (Festival Internazionale ARTE A 6 CORDE, MODENA GIUTAR SIMPOSIUM). E’ docente di chitarra presso il Liceo Musicale PARADISI di Vignola. Svolge un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero, come solista e in diverse formazioni cameristiche.

Matteo Ferrari (flauto traverso)
Nato a Sassuolo e si è diplomato con il massimo dei voti presso il Conservatorio “L. Campiani” di Mantova.Ha perfezionato i suoi studi con i migliori flautisti mondiali: Michele Marasco dell’Orchestra Regionale Toscana, Andrea Griminelli solista italiano, Benoit Fomange della Bayerische Rundfunk tedesca, Rien de Reede del Concert Gebou di Amsterdam, William Bennet del Conservatorio Reale di Londra, Robert Dick solista di New York. E’ stato premiato in diversi Concorsi Nazionali ed Internazionali tra i quali: Stresa, Genova, Lamezia Terme, Napoli. Ha partecipato ai Festival di Musica Contemporanea di Gibellina e di Portofino, suonando musiche di John Cage in esclusiva per l’Italia. Ha collaborato con il compositore Salvatore Sciarrino, suonando le sue musiche, in occasione di importanti Rassegne di musica contemporanea, Seminari di composizione e nella trasmissione Radio Tre Suite, in diretta radiofonica nazionale, per il terzo canale RAI di Roma. Ha affiancato il premio Nobel Dario Fo nella produzione di “Pierino e il Lupo” come solista dell’Orchestra Giovanile della Comunità Europea di Lanciano. Si esibisce con il gruppo “Amarcord” nell’omonimo spettacolo nei seguenti paesi: Ungheria, Repubblica Ceca, Belgio e Inghilterra. Ha inciso numerosi CD tra cui: “Greatest Hits” con il soprano Satomi Yanagibashi, “No, No, Nanette” Musical inciso in esclusiva per l’Italia, “Cormac” con l’omonimo gruppo per la casa discografica Ethno World, “Inaspettata Libertà Interiore” con brani di propria composizione per il progetto sociale “L’ora d’Arte”, No(t)te di Natale” con il gruppo Amarcord in qualità di solista dell’Orchestra di Szeged Ungheria per le edizioni San Paolo. L’attività concertistica si affianca a quella d’insegnamento, è docente di flauto ed i suoi arrangiamenti didattici vengono annualmente pubblicati e distribuiti dalla prestigiosa casa editrice Carish.

Christian Galasso (fagotto)
Si diploma a Modena presso l'Istituto Musicale O.Vecchi sotto la guida di Paolo Carlini e successivamente si perfeziona con D. Damiano, S.Azzolini e R. Giaccaglia. E' stato I fagotto presso l'Orchestra del Teatro Lirico di Spoleto, il Teatro V. Bellini di Catania, I Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra A. Toscanini di Parma. Attualmente collabora con La Camerata Strumentale di Prato,
I Solisti Veneti diretti da Claudio Scimone e numerosi gruppi da camera.
Ricopre inoltre dal 2005 l'incarico di docente di fagotto presso la Fondazione
Vecchi -Tonelli di Modena e Carpi.

Chiara Guerra (ballo, palmas)
La sua attività di ballerina di flamenco inizia nel 1997 lavorando con molti degli artisti presenti in Italia. Nel giugno 2001 fa parte della compagnia “ALBOREA”di Mara Terzi con una tournée in Giappone presentando “CARMEN”. Nel gennaio 2003, sempre con l’”Alborea”, balla al Teatro Donizetti di Bergamo. Dal 1996 esercita anche la professione di insegnante di flamenco, tenendo corsi ad adulti e bambini a Verona e provincia e dal 2002 insegnando anche danza classica, presentando le allieve più meritevoli agli esami R.A.D. Nel Luglio 2004, danza con la compagnia “Flamencos en route” di Brigitta Luisa Merki, nell’opera Carmen nell’arena di Avenches in Svizzera.

Alessio Menconi (chitarrista)
Genovese, comincia a suonare la chitarra a dieci anni, studiando da autodidatta e dall’86 suona professionalmente. È vincitore del premio "AICS JAZZ" al "Gran Prix du Jazz" nel 1992 e del premio "Eddie Lang" a Monteroduni nel 1993 come miglior chitarrista
jazz italiano. Vanta numerose collaborazioni:, Billy Cobham, Danny Gottlieb, Daniel Humair, Enrico Rava, Marcio Montarroyos, Adrienne West, Dado Moroni, Carl Anderson, Franco Cerri, Albert "Tootie" Heath, Rosario Giuliani, Red Holloway, Paolo Fresu, Franco Ambrosetti. In ambito rock/pop: Paolo Conte, Anna Oxa, Gianni Morandi, Tullio De Piscopo, Alexia, Elio delle le Storie Tese, Cheryl Porter ed altri. Con questi musicisti ha inciso oltre 30 cd ed ha suonato nei più importanti festival e teatri del mondo in Europa, America ed Asia (Umbria Jazz , Calcutta “Jazz and Beyond”, Quito“jazz festival”, Rio de Janeiro “Centro Justica Federal”, Parigi “Olympia”, Londra “Royal Festival Hall”, New York “Beacon Theatre“, Sao Paulo “Sesc”, Nice Jazz, San Francisco Jazz, Parigi “JVC”, Den Hag, Ascona, Los Angeles “UCLA”, ecc). Dal 1995 comincia a suonare saltuariamente in varie formazioni del batterista Billy Cobham e dallo stesso anno fino al 2004 suona con Paolo Conte, sia in studio che in vari tour mondiali. Nel 2003 ha partecipato come unico italiano ad una compilation su Jimi Hendrix in compagnia di Robben Ford, Steve Lukather, Hiram Bullock, Larry Coryell e ultimamente intraprende tour per istituti italiani di cultura in India, Brasile, Ecuador, Guatemala, El Salvador, Nicaragua. Ha partecipato a numerose trasmissioni televisive sia Rai che Mediaset ed a varie colonne sonore per cinema e teatro. Dal 2006 è docente di chitarra jazz al conservatorio “Ghedini” di Cuneo e “Paganini” di Genova.

Ugo Pagliai (attore)
Pistoiese, attore di teatro, cinema e tv cominciò a frequentare il teatro da piccolo, seguendo in particolare le programmazioni fiorentine. Accanto a una intensa partecipazione alla vita teatrale - per la quale nel 1988 ha ricevuto il Premio speciale “Flaiano” - Pagliai ha proseguito la sua collaborazione con la tv, prendendo parte a commedie e sceneggiati con ruoli primari (“Amico mio”, o per la tv francese “Arsenio Lupin”) e anche partecipando a famose trasmissioni come “La grande notte” in più di 50 puntate. Per il cinema numerose sono state le partecipazioni: con registi che vanno da Giovanni Fago a Luigi Comencini con cui ha girato “Dio mio come sono caduta in basso” e “Cuore” per la tv.

Corrado Ponchiroli, (voce, ballo, palmas)
Corrado Ponchiroli si forma come attore al Teatro Nucleo di Ferrara. Come attore professionista, presso il centro di produzione di teatro per l'infanzia "Teatrodelle Briciole" di Parma, ha vinto i premi "Biglietto d'oro" e "Stregagatto". A Reggio Emilia studia danza classica con Renè Lejeune. A Madrid e Siviglia studia danza flamenca con i maestri Manolo Marin, Javier Cruz, Mariano Torres, Concha Vargas, Antonio Canales, El Torombo e altri ancora. Come "bailaor" di diverse compagnie
di flamenco si è esibito in numerosi festival di danza e teatri italiani quali: Teatro Nazionale di Milano, Festival diAcqui Terme, Teatro Parioli di Roma, Festival di Palazzo Pitti di Firenze, Todi Festival, Teatro Arena del Sole di Bologna.

David Riondino, (attore)
Riondino, classe 1952, nasce con la generazione dei cantautori degli anni Settanta componendo canzoni abbastanza conosciute, quali ad esempio La canzone dei piedi e Ci ho un rapporto. Sempre negli anni Settanta debutta al teatro Zelig di Milano e comincia un percorso professionale che lo porta ad esplorare quasi tutte le forme di comunicazione: teatro, cinema, televisione e radio. Negli anni successivi alterna la presenza in televisione alla composizione di musiche e canzoni e comincia alcune collaborazioni con il mondo del cinema (Kamikazen 1987 con Paolo Rossi, Cavalli si nasce, 1989). Seguono anni di intenso lavoro che lo vedono spesso presente in televisione (Maurizio Costanzo Show, 2000-2001; Quelli che il Calcio, 2002; Velisti per caso, 2003; Bulldozer, 2003; Una poltrona per due, 2005). Sfuggito grazie alla sua poliedricità ai più comuni cliché artistici, definisce l'intellettuale “una persona fisica, che comunica, che partecipa, che sa trasformare la sua esperienza in qualcosa che serva anche agli altri, che non trasforma il sapere in potere, che ha un'idea sentimentale del comunicare” ed è alla ricerca di un nuovo linguaggio, “la perfetta commistione tra musica, scrittura e disegno”. Il teatro resta comunque la sua attività principale; dall’esperienza con Paolo Rossi in Chiamatemi Kowalski e La commedia da due lire (1990), fino a Paesaggi dopo la battaglia (1991), Seminario sulla verità (1992), O patria mia (1993/94) con la regia di Giuseppe Bertolucci e la partecipazione di Sabina Guzzanti, Paolo Bessegato e Antonio Catania. Gli ultimi spettacoli realizzati da Riondino rappresentano sempre di più la scelta di un teatro all'insegna della commistione di generi fra poesia, satira, testi classici più o meno noti e musica dal vivo (il Trombettiere di Custer, con Antonio Catania Enrico Rava e Stefano Bollani, l'Inferno prodotto da Magazzini con Sandro Lombardi, La buona novella di Fabrizio De Andrè, o ancora Il poema di Garibaldi dall'autobiografia in versi di Giuseppe Garibaldi). E' su questa linea di incontro tra generi e artisti di diverse provenienze che si sviluppa anche la sua attività di direttore e consulente artistico: dal 2000 è consulente artistico del Teatro degli Illuminati di Città di Castello; dal 1997 è Direttore Artistico della rassegna estiva Il Giardino della Poesia a San Mauro Pascoli, dal 1999 al 2006 è stato il Direttore Artistico della manifestazione Festival del Mare in varie località della riviera romagnola, dal 2003 è direttore artistico del Teatro all'improvviso presso il Teatro delle Rocce di Zavorrano.

Paola Sanguinetti - Soprano
Soprano lirico di Parma, ha effettuato gli studi musicali presso il Conservatorio "Arrigo Boito e li ha proseguiti frequentando corsi di perfezionamento, quali l'Accademia Lirica Internazionale di Katia Ricciarelli. Nel 1994 ha vinto il 15° Concorso Nazionale “Mattia Battistini” di Rieti, iniziando una brillante carriera che l'ha vista applaudita protagonista nei maggiori teatri e sale da concerto italiani ed esteri come il Regio di Parma, il Filarmonico di Verona, il Donizetti di Bergamo, il Teatro delle Muse di Ancona, il Politeama Greco di Lecce, il KKl di Lucerna, il Great Hall of the People di Pechino, il Parco della Musica di Roma, il Wembley Stadium di Londra, l'Arena di Pola, il Waldbuhme di Berlino, il Musikverein di Vienna, l'Opera di Stato di Praga, ecc. E' stata la protagonista di diverse opere liriche tra le quali La Cambiale di Matrimonio di Rossini,L'Elisir d'Amore di Donizetti, La Bohéme di Puccini, Pagliacci di Leoncavallo, La Traviata di Verdi, Il Tabarro di Puccini, Le Nozze di Figaro di Mozart, Tosca di Puccini. E' stata Donna Elvira nel Don Giovanni di Mozart, Desdemona in Otello di Verdi, Leonora nel Trovatore di Verdi, recentemente ha debuttato nel ruolo di Adriana Lecouvreur nell'omonima opera di Cilea. Dal 1997 collabora attivamente con il tenore Andrea Bocelli esibendosi al suo fianco nei Tour in Europa, Nord America, America Latina, Emirati Arabi, Asia, Australia, Nuova Zelanda, Israele, oltre che in numerosi concerti in Italia, ottenendo ottime critiche e il consenso del pubblico. Sempre con Andrea Bocelli ha registrato alla BBC Radio 2 di Londra un concerto per la trasmissione "Friday Night is music Night" con la BBC Orchestra diretta dal Maestro Marcello Rota. E' stata inoltre sua ospite per il concerto-evento che ha inaugurato il "Teatro del Silenzio" di Laiatico nel 2007 e nell’edizione del 2011.

Michele Serafini(flauto)
Suona dall’età di otto anni. Dopo il suo diploma, conseguito, con il massimo dei voti, dall’Istituto Musicale Pareggiato A. Tonelli di Carpi ha vinto vari premi compreso La Musica nel Gargano; Concorso Internazionale
organizzato dalla Biennale di Venezia e il Concorso per la selezione nazionale dell’Orchestra Giovanile Italiana, e si è piazzato nei primi posti della graduatoria della Selezione Europea per l’Orchestra della CE. Svolge tuttora intensa attività concertistica nelle più svariate formazioni ed era solista nell’orchestra durante il tuorné nazionale dell’Operetta “La Vedova Allegra” con Lando Buzzanca. Recentemente si è esibito a Città del Vaticano in diretta Rai International presso l’ Aula Paolo VI (Sala Nervi), in presenza del Santo Padre.